Seguici su Facebook

Chiamaci con Skype

Marchi

enel

logo cadel

logo caminettiMG

Installatore Qualificato

Convenzionato

fiditalia

logo compass

Auto-Dichiarazione degli impianti termici

caldaiaLa scienza ci insegna che il calore è un bene prezioso da utilizzare con la massima attenzione nel rispetto dell’ambiente e limitando al minimo gli sprechi. In seguito all’uso dei combustibili per la produzione del calore, si liberano nell’atmosfera enormi quantità di anidride carbonica (CO2) che è la maggior responsabile del ben noto “effetto serra”. L’altro aspetto dell’inquinamento è costituito dalla presenza degli incombusti, del monossido di carbonio (CO), degli ossidi di azoto (NOx) e di zolfo responsabili delle piogge acide.
L’utilizzo del gas come combustibile, non contenendo di principio zolfo, ha rappresentato un passo fondamentale per il rispetto ambientale ma oggi si può fare di più, impiegando sistemi all’avanguardia e sempre più efficienti.

Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile con l’ambiente, è importante coinvolgere e motivare ognuno di noi per soddisfare i bisogni odierni, lasciando anche ai nostri figli la possibilità di soddisfare in futuro i loro.

A tal proposito è stata istituita la procedura di Auto-Dichiarazione che coniuga il raggiungimento degli obiettivi previsti in materia di sicurezza, di riduzione dei consumi energetici e di tutela dell'ambiente dall'inquinamento, con il contenimento degli oneri posti a carico dei cittadini. L'auto-dichiarazione è ammessa per gli impianti termici con potenza al focolare inferiore a 35kW.

L’acquisizione delle auto‐dichiarazioni avverrà in maniera continuativa, per l’intero periodo di riferimento, ovvero ogni anno per gli impianti alimentati a combustibile liquido di potenza al focolare inferiore a 35kW, ogni due anni per gli impianti di potenza al focolare inferiore a 35kW destinati al riscaldamento degli ambienti con o senza produzione di acqua calda sanitaria, per le caldaie a gas con un anzianità di servizio superiore a 8 anni per le caldaie a gas Tipo B posto all’interno di locali abitati. Ogni quattro anni per tutti gli altri impianti di potenza nominale del focolare inferiore a 35kW che non rientrano nelle precedenti casistiche. 

 

Leggi la documentazione relativa al regolamento per la verifica degli impianti termici dell'Agenzia per l'Energia Sostenibile della Provincia di Oristano cliccando qui.

 

 

 

coniuga il raggiungimento degli obiettivi previsti in materia di sicurezza, di riduzione dei consumi energetici e di tutela dell’ambiente dall’inquinamento, con il contenimento degli oneri posti a carico dei cittadini.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo